Home Su

 

 

 

 

 

Home
INDICE
CHI SIAMO
ARCHIVIO
PRODUZIONI
AUTORI
I COMMENTI
CONTATTI

MICRON - XII edizione

PROGRAMMA 2016  

(dal 2 ottobre al 18 novembre)

  

 

VAI ALLA PRESENTAZIONE GENERALE 

NAVIGA NEL PROGRAMMA DEGLI SPETTACOLI 

 

Gli spettacoli: 

ALLEGRO CANTABILE
MAMADOU E LA STREGA DELL'ACQUA
DATTILOGRAFE
SOGNANDO SHAKESPEARE
DRAMA SOUND CITY
FISAELISIR D'AMORE
IL MAGO DI OZ

 

 

 

dom 2 ottobre  TORINO – Teatro Crocetta (via Piazzi 25)

ore 16.30 (per tutti)

lun 3 ottobre  TORINO – Teatro Crocetta (via Piazzi 25)

ore 11 (per le scuole)

 

giov 4 novembre   CEVA (CN) - Teatro Marenco

ore 9.30  e 11 (per le scuole)  

 

 

ALLEGRO CANTABILE

Opera da camera per voci cantanti

e pubblico partecipante

 

Musiche della tradizione popolare, canzoni d'autore (Bertelli, Salvatore, Gilberto Gil) e musiche originali ("Il giorno a urlapicchio" e "Che brutta malattia") scritte da Antonella Talamonti.

 

INTERPRETI 

 

FABER TEATER

Sebastiano Amadio, Marco Andorno, Lodovico Bordignon,

Paola Bordignon, Lucia Giordano, Francesco Micca

 

Regia e Drammaturgia: Aldo Pasquero e Giuseppe Morrone

 

Direzione musicale: Antonella Talamonti

 

Produzione: Faber Teater

in collaborazione con: Festival en Beaujolais -

Continents et Cultures

 

Supporto Tecnico: Michele Ravera

 

Sei voci sulla scena, sei attori-musicisti che non solo cantano, ma diventano interpreti

di un repertorio trasversale, in cui trovano spazio ballate popolari, canti di lavoro, serenate, in un gioco di cui poco alla volta gli spettatori diventano complici. Protagonista è la PHONE' (suono, voce, parola), gestita come un gioco, un richiamo, un'invenzione continua di ritmi e musica, non solo da ascoltare, ma da vivere in prima persona, partecipando  e sempre "stando al gioco". In questo viaggio dal silenzio al rumore e poi al suono, procedendo dalla monodia sino alla polifonia, è alla fine  possibile entrare nella musica, “vedere” la polifonia e “ascoltare” il movimento.
Ma è un ascolto che si evolve e che si ritrova a diventare attivo: il pubblico si scopre musicista all'interno di un'orchestra umana, suono necessario tra i suoni e creatore di musica lui stesso. Un modo originale e divertente per capire come funziona la musica, facendola. E anche l'applauso, alla fine, è musica.

MICRON ospita con grande piacere questo spettacolo per nulla banale, che ha da dire (anzi, da cantare!) qualcosa a tutti, grandi e piccoli, esperti o neofiti della musica.

Torna su

 

 

gio 6 ottobre  POIRINO (TO) - Teatro Italia (Via C. Rossi)

ore 11 e ore 15 (per le scuole) 

 

ven 14 ottobre  TORINO – Teatro Grande Valdocco  (via Sassari 28/b)

ore 11 (per le scuole) e ore 21 (per tutti)

 

 

                

MAMADOU E LA STREGA DELL'ACQUA

Fiaba musicale in un atto

per quintetto strumentale, coro di voci bianche, attori e cantanti

 

Libretto: Manlio Marinelli

Musica: Marco CORDIANO

 

-prima rappresentazione assoluta-

INTERPRETI 

 

Giulia Nervi, Luca Avagliano, Andrea Trovato, cantattori

 

Ensemble MICRON

Carlo Lo Presti, chitarra

Alessandro Molinaro, flauto

  Sandro Tognatti, clarinetto

 Margherita Monnet, violoncello

Davide Tonetti, percussioni

 

Coro di voci bianche MIKRON

diretto da  PAOLA DE FAVERI

 

Regia: ROBERTA FAROLDI

Direzione Musicale: MARCO CORDIANO

 

Supporto Tecnico: Michele Ravera

 

 

Una terra arsa dalla siccità, un viaggio per trovare la strega dell'acqua che l'ha ridotta così.

Riuscirà il protagonista,  il sapiente e determinato Mamadou, un po'  giovane e un po' vecchio, "così saggio che alcuni lo credono un mago" a scovarla, affrontarla senza paura e vincerla? Forse, affidandosi alla guida degli amici che incontrerà lungo il cammino e prestando attenzione a quanto gli dicono le nuvole, il tuono e il lampo, porterà a termine la sua impresa e si scoprirà forte e tenace quanto basta a raggiungere qualsiasi obiettivo, anche quelli più arditi. Questa fiaba musicale seguirà il suo viaggio, i suoi singolari incontri e il suo destino e ce li narrerà attraverso la musica e il canto, la recitazione e la magia del teatro. Nel farlo, aiuterà anche noi a vedere l'acqua per quello che è: un bene preziosissimo e ricercato, di cui avere cura giorno per giorno.

Il compositore Marco Cordiano, dopo le fortunatissime fiabe musicali "Nel regno dei ragni"  e  "Jocò" , già presentate con successo nelle passate edizioni di MICRON, torna a collaborare con Manlio Marinelli per creare questa volta una fiaba destinata ai più piccoli. A fianco degli attori e dei cinque strumentisti, il coro di voci bianche MIKRON non mancherà di creare nel giovane pubblico una immediata, irresistibile empatia.

Torna su

 

 

dom 9 ottobre  TORINO – Teatro Crocetta (via Piazzi 25)

ore 16.30 (per tutti)

lun 10 ottobre  TORINO – Teatro Crocetta (via Piazzi 25)

ore 11 (per le scuole)

 

mer 12 ottobre CAMBIANO (TO) - Teatro Comunale

ore 12 e 15 (per le scuole) 

 

 

DATTILOGRAFE

Teatro  musicale in un atto

per due polistrumentisti e tre performers

 

Testo: Cristian MASCIA

Con note a margine di Oliviero Corbetta

Musiche originali di: Bruno COLI

 

Una produzione Liberipensatori “Paul Valéry” in collaborazione con Archivio Storico Olivetti

 

INTERPRETI 

 

Cantattrici:

Elena Canone, Stefania Rosso, Daniela Vassallo

 

Matteo Castellan , Pianoforte e fisarmonica

Marco Piccirillo, Contrabbasso, Basso Elettrico,Chitarra

 

Coreografie di Teodoro Bungaro

 

Grafica di Daniela Vassallo

Light designer Pietro Striano

Registrazioni Underdog Studio di Matteo Castellan

Supporto Tecnico: Michele Ravera

 

 

 

Correva l’anno 1957 quando Olivetti dava alle stampe un delizioso volumetto dal titolo “Piccola guida di ortografia”, destinato appunto alle Dattilografe del titolo: donne "nuove", disarmanti e piene di vita, che affrontavano coraggiosamente un tragico dopoguerra e contribuivano alla ricostruzione di una nazione, entrando capillarmente quanto mai prima nel mondo del lavoro, armate di macchina da scrivere e belle speranze.

Ma come vivevano quelle donne? Cosa sognavano? Con chi speravano di costruire il futuro?

A queste domande cerca di rispondere, con levità e fantasia, questo allestimento che Micron ha scelto per la verve irresistibile e giocosa delle tre bravissime interpreti, per la loro ingenua e trascinante energia, e per l'opportunità che offrono al pubblico di ogni età di rivivere un mondo che, in tempi di correttori automatici, ci strappa sì un sorriso di tenerezza, ma si rivela poi molto meno lontano di quanto possa sembrare.

Le accompagnano dal vivo  due polistrumentisti votati al jazz ed allo swing, con musiche originali che si sposano perfettamente alle atmosfere di quegli anni.

Uno spettacolo che fa pensare e diverte, adatto sia agli adulti che ai ragazzi: tutti potranno così tuffarsi nel magico mondo degli anni Cinquanta.

Torna su

 

 

 

mar 18 ottobre  SAVIGLIANO (CN) - Teatro Milanollo (Pza Turletti, 7)

ore 11 e ore 15 (per le scuole) 

 

gio 20 ottobre  CUNEO - Teatro Toselli (Via Teatro Toselli, 9)

ore 11 e ore 15 (per le scuole) 

 

dom 23 ottobre  TORINO – Teatro Crocetta (via Piazzi 25)

ore 16.30 (per tutti)

lun 24 ottobre  TORINO – Teatro Crocetta (via Piazzi 25)

ore 11 (per le scuole)

 

 

     

Omaggio al 400° anniversario della morte di Shakespeare

SOGNANDO SHAKESPEARE 

Teatro d'ombre musicali in un atto

per attori sognanti, quintetto strumentale e teatro d'ombre

 

Progetto e Adattamento: Roberta FAROLDI

libera rivisitazione da  Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare

Musiche di  Mendelsshon,  Purcell e G. Spriano

appositamente trascritte da Giorgio SPRIANO

 

-prima rappresentazione assoluta-

 

 INTERPRETI 

Compagnia Teatrale FOOLS TEATRANTI

Roberta Calia, Luigi Orfeo, Dario Benedetto, Francesco Gargiulo,

Rebecca Donella, Marco Mavaracchio, Martina Tinnirello /Alice De Bacco

 

Quartetto di fiati MICRON

Alessandro Molinaro, flauto

 Renzo Turola, oboe

  Sandro Tognatti, clarinetto

 Elvio Di Martino, fagotto

 

Messinscena e Regia: ROBERTA FAROLDI

 

Supporto Tecnico: Michele Ravera

 

Tante diverse storie e mondi differenti si intrecciano nel celeberrimo Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare: il mondo delle fate, con i dispetti tra Oberon e Titania, il mondo degli umani (con i suoi immancabili intrecci amorosi),e quello degli attori, i più scalcinati e divertenti, che attraversano inconsapevolmente tutti i mondi possibili, compreso quello della fantasia e del sogno. Questi attori dagli occhi trasognati, a volte maldestri, altre volte irresistibili, bramano di cogliere, nel mondo e nei sogni, materiale per la propria scena. E noi ci lasciamo sedurre, divertire e incantare di buon grado, stando anche noi al gioco più bello del mondo, quello del teatro.

Nell'anno del 400esimo anniversario dalla morte del Bardo, MICRON non può mancare di fare un omaggio a Shakespeare, attore lui stesso, e ad uno dei suoi testi più riusciti, "sognando" con lui un po' del suo Sogno, e trasfigurandolo grazie alla magia del teatro d'ombre. Accompagnano questo lavoro alcune delle musiche di Mendelssohn e Purcell scritte in origine proprio  per il testo shakespeariano, qui appositamente riscritte per ensemble di fiati da Giorgio Spriano. 

"Sei tu sicuro che siamo svegli? — Mi sembra che ancora dormiamo e sogniamo" (W. Shakespeare).

Torna su

 

 

 

ven 21 ottobre -TORINO - Officine Caos (Piazza E.Montale, 18/a)

ore 11 (per le scuole) e ore 21 (per tutti) 

 

   

DRAMA SOUND CITY

 

Spettacolo teatral-musicale in un atto e sei scene

per tre performers e due polistrumentisti

 

Progetto: Gabriele Boccacini

Musiche originali di Stanislao Lesnoj e SmZ

INTERPRETI 

 

Performers di STALKER TEATRO

Elena Pisu, Dario Prazzoli, Gigi Piana,Stefano Bosco

 

OZMOTIC

Stanislao Lesnoj e SmZ

 

Regia: GABRIELE BOCCACINI

Disegno luci: Andrea Sancio Sangiorgi;

Foto di scena: Giorgio Sottile; Video: Fabio Melotti

Produzione: Stalker Teatro | Ozmotic

 

 

 

 

“Drama Sound City” nasce dalla fusione tra  l'arte visiva e performativa  di Stalker Teatro con la musica live (elettronica e pop sperimentale) dei musicisti di OzMotic.

Sotto la regia di Gabriele Boccacini, la performance elabora, attraverso 6 scene /quadri visivi e sonori, il tema dello spazio urbano, delle periferie, delle loro continue trasformazioni e dei loro molteplici abitanti. "In centro uno, nella periferia dieci". Così parte la scena dei ‘senza tetto’ intenti a definire, con tessere di cartone, uno spazio abitabile; lo spazio si dilata, proponendo prima una visione notturna e siderale, dove le distanze e le grandezze confondono la percezione sensoriale (seconda scena), poi la trasformazione in uno spazio/tempo curvo, in continua metamorfosi (terza scena), con l'uso di oggetti scenici che si compongono in sempre nuove geometrie. Nelle tre scene successive la trasformazione non è più solo dello spazio, ma dell'uomo, attraverso il processo misterioso e continuo di vita, morte e rinascita.

Le scene vengono accompagnate dall’esplorazione sonora del gruppo OzMotic, che innesta temi contemporanei di percussioni e sassofono con textures concrete, campioni e tappeti diffusi, per creare mosaici sonori immaginifici, evocativi e affascinanti, in perfetta sintonia coi quadri teatrali rappresentati.. Una performance dal forte impatto visivo e musicale che si rivolge a un pubblico eterogeneo, curioso, amante della sperimentazione  e attento alle novità.

Torna su

 

mar 25 ottobre VOLVERA (TO) - Teatro Bossatis (Via Ponsati 69)

ore 11 e 15 (per le scuole)

 

gio 27 ottobre PINO T.SE (TO) - Teatro Le Glicini

ore 11 e 15 (per le scuole)

 

ven 28 ottobre  TORINO – Teatro Crocetta (via Piazzi 25)

ore 11 (per le scuole) e ore 21 (per tutti)

 

   

**Omaggio alla lirica**

 

 

FISAELISIR D'AMORE

Opera buffa da camera in un atto

per baritono, soprano, cantattore  e fisarmonica

Testo di Francesco Montemurro  

Musiche di  Gaetano DONIZETTI

 

INTERPRETI 

 

Compagnia IL SALE IN ZUCCA

 

Nick Meloni/Dulcamara/Belcore/Giannetta - Nicola Olivieri, attore/vocalista

Adina - Francesca Pacileo, soprano

Nemorino - Paolo Cauteruccio, tenore/fisarmonicista

 

Regia di Francesco Montemurro

 

Supporto Tecnico: Michele Ravera

 

 

Nick Meloni, un italo-australiano di recente tornato in Europa, decide di improvvisarsi impresario d’Opera. Per il suo progetto ingaggia il duo Paolo e Francesca (rispettivamente tenore/fisarmonicista e soprano) e sceglie un titolo di grande attrattiva: l’Elisir d’Amore, da mettere in scena in versione “tascabile”.
            In questa divertente riduzione, il tenore e il soprano sosterranno il ruolo degli innamorati mentre il capocomico Nick Meloni si divertirà ad interpretare di volta in volta: il "sargente" Belcore (fiero antagonista), il dottor Dulcamara (un Pulcinella quanto mai cialtrone) e persino un’improbabile Giannetta! 
            Quale mezzo migliore per far conoscere al pubblico anche dei più giovani le musiche, i segreti ed il divertimento del celeberrimo capolavoro di Donizetti?

Con questo che è il loro ultimo spettacolo, torna a MICRON la compagnia milanese IlSaleInZucca, già più volte apprezzata dal nostro pubblico. Grazie all'istrionico Nicola Olivieri e ai due bravissimi cantanti, questo inconsueto ma irresistibile omaggio all'Elisir formato "mignon" saprà incuriosire e conquistare i piccoli e i neofiti, ma non mancherà di divertire anche chi già conosce l'opera originale.

Torna su

 

 

mer 9 novembre  BRA (CN) – Teatro Politeama Boglione

ore 11 e 15 (per le scuole)

 

mar 15 novembre  ALESSANDRIA – Teatro Alessandrino

ore 11  (per le scuole)

 

ven 18 novembre   TORINO – Teatro Nuovo (Cso M.D'Azeglio, 17)

ore 11 e 15 (per le scuole)  e ore 21 (per tutti)

 

 

IL MAGO DI OZ

Fiaba musicale danzata

ispirata a Il meraviglioso mago di Oz di L. Frank Baum

 

Musiche classiche (Gershwin, Mussorskij, D.Ellington)

 e canzoni tratte dal musical omonimo

espressamente arrangiate da Fulvio Vanlaar 

per il Lil Darling Quartet

  -prima rappresentazione assoluta-

 

 

INTERPRETI 

 

Strega Buona del Nord e Strega cattiva dell'ovest: Lil Darling

Dorothy: Isabella Molino

Uomo di paglia: Federica Berruti

Uomo di latta : Paolo Giordana

Leone: Daniele Trastu

Mago di Oz: Elisa Virando

Zia Emma : Vittoria Rolando

 

CORPO DI BALLO DEL CENTRO DANZA ROYAL :

Silvia Sofia Bruno, Martina Draicchio, Isabella Molino, Vittoria Rolando

 

LIL DARLING QUARTET

Lil Darling – voce cantata e recitata

Fulvio Vanlaar – pianoforte

Francesco Bertone – contrabbasso

Luca Rigazio - batteria

 

Coreografia e regia: ELENA DELMASTRO

Interventi teatrali a cura di Federica Berruti

 

Supervisione artistica di Roberta Faroldi

Supporto Tecnico: Michele Ravera

 

 

Tutti conoscono la storia della piccola  Dorothy, catapultata in un paese bizzarro e lontanissimo, del suo viaggio straordinario per trovare il Mago di Oz, tra una maga buona e una strega  malvagia, scarpette incantate e strade di mattoni dorati, insieme a nuovi e stravaganti amici: l'Uomo di latta, lo Spaventapasseri e il Leone, tutti alla disperata ricerca del loro "pezzetto mancante". Ma se l'avventura che seguirà è conosciuta,  non per questo risulta meno avvincente ed amata.

MICRON la offre al suo pubblico in una versione recitata e cantata, ma soprattutto danzata, grazie alla collaborazione con il Centro Danza Royal di Torino, guidato dalle coreografie di Elena Delmastro.

Sarà inoltre l'occasione per gustare le canzoni che hanno fatto del Mago di Oz un classico intramontabile (da "Follow the yellow brick road" a "Over the rainbow"), grazie alla  maestria di Lil Darling e del suo ensemble jazz, che ha arrangiato  appositamente per noi  tutte le musiche di questo allestimento.

Dopo l'incredibile successo dello scorso anno con Mary Poppins, torna dunque sui nostri palcoscenici lo stesso affiatatissimo cast, questa volta impegnato in una classica imperdibile fiaba per grandi e piccini,

dedicata a tutti coloro che vogliono trovare quel posto "oltre l'arcobaleno"  in cui " il cielo è azzurro  e i sogni  diventano realtà".

Torna su

 
                                     

 

 

 

 

 

Home INDICE CHI SIAMO ARCHIVIO PRODUZIONI AUTORI I COMMENTI CONTATTI